Navigation

Mobili Pfister passa in mani austriache

Corina Eichenberger e Rudolf Obrecht spiegano l'operazione ai media convocati a Zurigo. Keystone/WALTER BIERI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 ottobre 2019 - 14:53
(Keystone-ATS)

Mobili Pfister passa in mani austriache: il gruppo svizzero dell'arredamento viene venduto a XXXLutz. Per i dipendenti non vi saranno cambiamenti e non sono previsti licenziamenti. I nomi dei marchi Mobili Pfister, Hubacher, Egger e Svoboda rimangono invariati.

Concretamente la F.G. Pfister Holding, controllata dalla Fondazione F.G. Pfister, vende le società Mobili Pfister, Arco Regio (con i negozi d'arredamento Hubacher, Egger e Svoboda), Pfister Professional e Pfister Servizio Tendaggi, indica un comunicato diramato oggi.

"Siamo un'azienda sana che opera in attivo. Per i commercianti di mobili nazionali diventa però sempre più difficile continuare a evolversi in questo arduo e competitivo contesto di mercato. Ciò che facciamo deve contribuire a mantenere la nostra posizione sul mercato anche in futuro, ad assicurare la competitività e la proficuità delle nostre società e, quindi, a tutelare i posti di lavoro", afferma Rudolf Obrecht, presidente del Consiglio d'amministrazione e delegato della F.G. Pfister Holding, citato nel comunicato.

"Con la vendita all'azienda familiare europea XXXLutz - aggiunge - assicuriamo la migliore opzione possibile per la società e i suoi dipendenti, a favore di una strategia orientata al futuro per uno sviluppo positivo a lungo termine delle società Pfister."

"XXXLutz condivide con noi valori aziendali simili e dispone del potere di mercato necessario per garantire a lungo termine lo sviluppo delle aziende Pfister e dei loro posti di lavoro in Svizzera", afferma da parte sua Corina Eichenberger, presidente della Fondazione F.G. Pfister.

In una conferenza stampa a Zurigo convocata con poche ore di anticipo Obrecht ha sottolineato che tutti i 1'800 dipendenti manterranno il loro impiego alle stesse condizioni di prima. Essi approfitteranno perfino della vendita: ognuno riceverà un bonus di mille franchi per anno di servizio. Anche il portavoce di XXXLutz Thomas Saliger ha sottolineato che in Svizzera, per quanto concerne i negozi e il personale, il suo gruppo punterà sulla continuità.

XXXLutz gestisce 297 negozi d'arredamento in dodici paesi europei e occupa oltre 22'200 collaboratori. Nella Confederazione il gruppo era sbarcato nel settembre 2018, aprendo la finora unica filiale a Rothrist (AG), proprio accanto a Mobili Hubacher. Con un fatturato annuo pari a 4,4 miliardi di euro, il gruppo austriaco è uno dei tre maggiori commercianti di mobili a livello mondiale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.