Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

CHAM ZG - La crisi economica ha influito negativamente sull'andamento degli affari di Mövenpick. La catena di alberghi e ristoranti ha realizzato nel 2009 un fatturato di 1,34 miliardi di franchi, contro 1,45 miliardi l'anno prima. L'utile netto è crollato da 20,6 a 2,9 milioni.
Il risultato operativo è nel contempo sceso da 33 a 11,2 milioni, comunica la società in una nota odierna. La divisione alberghiera (Mövenpick Hotels & Resorts) ha annunciato ricavi per 802,9 milioni, contro 880,8 nel 2008. In flessione sia i soggiorni privati sia i viaggi d'affari.
Nel settore gastronomico con punti di ristoro sulle autostrade (Marché International) e i ristoranti Mövenpick il fatturato è diminuito da 338,3 a 334,9 milioni. Un mese fa il gruppo aveva annunciato la chiusura di due ristoranti a Zurigo, fra l'altro a causa degli affitti troppo cari.
In discesa anche il giro d'affari conseguito con la vendita di vini, da 117 milioni a 101,6 milioni di franchi. La commercializzazione di prodotti Mövenpick Fine Foods è invece in controtendenza, osserva la società senza fornire cifre.

SDA-ATS