Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un tribunale moldavo ha confermato l'arresto dell'ex premier filo-occidentale Vlad Filat, fermato il 15 ottobre perché sospettato di corruzione e di appropriazione indebita.

Il caso è legato alla sparizione, l'anno scorso, di 1,5 miliardi di dollari da tre delle principali banche della Moldavia: uno scandalo per il quale da circa un mese e mezzo è in corso una protesta a Chisinau.

Filat si è dimesso da leader del partito liberal-democratico e gli è subentrato l'attuale premier Valeriu Strelet.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS