Tutte le notizie in breve

Grazie anche alle prestazioni degli atleti svizzeri (qui Wendy Holdener e Michelle Gisin) la SSR ha ottenuto grandi successi di audience durante i recenti mondiali di sci di St. Moritz

KEYSTONE/AGENCE ZOOM/ALAIN GROSCLAUDE

(sda-ats)

Le immagini dei Campionati mondiali di sci a St. Moritz, trasmesse dalla televisione svizzera, hanno fatto il giro del globo raggiungendo oltre 20 Paesi e mostrando il "paradiso invernale engadinese".

Lo scrive oggi la SSR, che traccia un bilancio più che positivo della rassegna.

In media sono state 569 000 le persone che in tutta la Svizzera hanno seguito le competizioni in diretta sulle reti TV della SSR. In qualità di "host broadcaster", come viene definita, la SSR ha prodotto il segnale mondiale per la trasmissione di tutte le competizioni e qualificazioni, degli ultimi allenamenti pre-gara, della cerimonia di apertura nonché di tutte le premiazioni dei campionati.

Impiegando fino a 38 telecamere, la SSR ha prodotto il segnale che è servito da base per le trasmissioni in diretta in tutto il mondo, con un pubblico televisivo potenziale di 650 milioni di telespettatori.

In Svizzera la SSR e le sue emittenti regionali hanno offerto a un pubblico di milioni di persone una pregevole offerta sportiva in televisione, alla radio e online, per di più nelle quattro lingue nazionali.

A livello nazionale, le reti SSR hanno raggiunto una quota di mercato del 63,5 per cento (gruppo target 3+, Svizzera, overnight). Il valore massimo lo ha raggiunto la discesa libera maschile: la gara che ha visto vincitore Beat Feuz è stata seguita in diretta su SRF zwei, RTS Deux e RSI LA 2 da una media di 1 320 000 telespettatori. Ciò equivale a una quota di mercato del 71,9 per cento.

Anche l'offerta online della SRF ha raggiunto un pubblico molto vasto: durante i campionati ha totalizzato 1,6 milioni di visualizzazioni in diretta streaming e 4,5 milioni di visite.

Anche nella Svizzera italiana nella domenica della discesa libera si è registrato un record: su RSI LA 2 la competizione femminile ha sfiorato i 36 000 telespettatori, per una quota di mercato del 50,7 per cento, mentre la discesa maschile, con 51 000 telespettatori, ha raggiunto il 52,3 per cento (gruppo target 3+, Svizzera italiana, overnight). Il sito web rsi.ch/sport e l'app RSI Sport hanno registrato 240 000 visite e 26 000 visualizzazioni in diretta streaming.

Per Roland Mägerle, responsabile Business Unit Sport SSR, "Il grande evento in Engadina ha mostrato quanto sia sottile il confine tra vittoria e sconfitta, emozioni e momenti di paura. Sono molto felice che in seguito al serio incidente che ha visto coinvolto un velivolo della pattuglia acrobatica PC-7 non ci siano stati feriti".

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve