Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

JOHANNESBURG - "La Fifa sta facendo forti pressioni su mio nonno affinché sia presente oggi alla finale". La nipote di Nelson Mandela, Mandla Mandela, ha scelto la Bbc per lamentarsi del comportamento della federazione calcistica internazionale che starebbe insistendo in maniera a dire della donna esagerata affinché l'anziano ex Presidente del Sudafrica assista oggi alla finale mondiale fra Olanda e Spagna.
"Stiamo subendo dalla Fifa pressioni eccessive - ha detto la nipote di 'Madiba', le cui dichiarazioni sono state immediatamente riprese da vari 'media' online sudafricani -. Vogliono ad ogni costo che mio nonno vada allo stadio per assistere alla finale. Ma credo che la decisione spetti solo a lui, dopo che ha visto come si è svegliato questa mattina e come si sente, e dopo che ha parlato con i medici che lo seguono".
"Mio nonno fra una settimana esatta compirà 92 anni - ha aggiunto la donna - e quello di stasera è un match serale. Si aspettano che sia lui a consegnare la Coppa, quindi ciò vuol dire che dovrebbe stare lì fino alle 22.30-23 o anche oltre. Una cosa del genere potrebbe stancarlo molto, fino a stremarlo".
Nelson Mandela ha già "saltato" la cerimonia d'apertura ed il match inaugurale Sudafrica-Messico dell'11 giugno scorso, a causa di un lutto familiare, la perdita della bisnipote Zenani Mandela, di soli 13 anni, in un incidente stradale avvenuto nella notte tra il 10 e l'11, dopo aver assistito al concerto del kick-off all'Orlando Pirates stadium di Soweto.
"Penso che invece di essere così insistente - ha detto ancora alla Bbc la nipote dell'anziano Premio Nobel per la pace - certa gente dovrebbe rispettare le tradizioni della nostra famiglia, e capire che abbiamo avuto una perdita per la quale siamo ancora in lutto. E questa sarebbe quindi un'ottima ragione per lasciarci in pace".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS