Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ex Presidente della Repubblica del Montenegro, Svetozar Marovic (foto d'archivio).

Keystone/AP/SRDJAN ILIC

(sda-ats)

L'ex Presidente della Repubblica del Montenegro, Svetozar Marovic, si è ritirato dalla carica di presidente del Consiglio politico di Demokratska partija socijalista (Dps), partito al governo da un quarto di secolo.

Marovic è co-fondatore insieme al Primo Ministro, Milo Djukanovic, di tale partito.

La decisione - spiegata da Marovic come un tentativo di liberare il partito dalla 'colpa collettiva' - arriva in seguito alla mega-inchiesta anticorruzione che vede l'ex presidente e i membri della sua famiglia accusati di aver sottratto al budget dello Stato milioni di euro. In particolare, l'inchiesta riguarda le attività legate allo sviluppo immobiliare della capitale del turismo montenegrino Budva.

Marovic, arrestato lo scorso dicembre, ha recentemente firmato un documento in cui ammette le sue responsabilità e accetta la pena di un anno e dieci mesi di reclusione, oltre al pagamento di 1,1 milioni di euro di danni.

Le dimissioni di Marovic dal partito sono state annunciate poche ore dopo la dichiarazione di Djukanovic di non avere alcuna responsabilità sulla vicenda.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS