Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Svizzera dovrà prendere misure per ridurre i rischi legati all'utilizzo di pesticidi per le api e altri impollinatori. La Commissione della scienza, dell'educazione e della cultura del Consiglio degli Stati raccomanda all'unanimità al plenum di trasmettere al governo una mozione del Nazionale sul tema, che esige interventi entro il 2023. La stessa commissione ha invece deciso di temporeggiare sul tema delle pellicce di foca.

La mozione giudica controproducente il divieto totale di prodotti fitosanitari o altri pesticidi, poiché altre sostanze li rimpiazzerebbero. Si tratta piuttosto di elaborare un piano d'azione, con la collaborazione degli ambienti interessanti, volto a ridurre l'utilizzo di prodotti dannosi per l'ambiente e per le api.

L'Ufficio federale dell'agricoltura ha deciso di sospendere le autorizzazioni di tre pesticidi mortali per le api nelle colture di mais e di colza, a partire dal dicembre di quest'anno.

Pellicce di foca: si temporeggia

La stessa commissione, con 6 voti contro 3, propone al plenum di sospendere i lavori concernenti una mozione del Nazionale volta a vietare l'importazione dei prodotti derivanti dalla foca.

La maggioranza preferisce attendere un rapporto sull'argomento dell'Organizzazione mondiale del commercio (WTO), si legge in un comunicato odierno. La minoranza si è invece allineata alla mozione di Oskar Freysinger (UDC/VS), già approvata dal Nazionale con 132 voti contro 28.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS