Navigation

Morales si fa vivo su Twitter, "mondo ripudia il Golpe"

L'ex presidente Evo Morales costretto a lasciare il suo posto per le proteste di piazza denuncia un colpo di stato da parte dei suoi avversari politici. KEYSTONE/EPA/PETER FOLEY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 11 novembre 2019 - 12:26
(Keystone-ATS)

Evo Morales, che ha trovato rifugio nella zona del Cochabamba, ha attaccto via twitter Luis Fernando Camacho, leader del movimento dei comitati civici che ha portato alle sue dimissioni da presidente, e Carlos Mesa, già ex capo di Stato del Paese.

Sono, ha scritto, due "cospiratori" e "passeranno alla storia come razzisti e golpisti". "Il mondo e i patrioti boliviani - ha aggiunto - ripudiano il colpo di stato".

Per Mosca, quanto accaduto in Bolivia è un colpo di Stato. Opinione non condivisa da altri Paesi latinoamericani, come il Brasile.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.