Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

HEIDEN - Il tatuatore Herbert Hoffmann è morto mercoledì all'età di 90 anni. Considerato una vera e propria "leggenda" dagli appassionati di tatuaggi, Hoffmann viveva dalla metà degli anni '80 ad Heiden, in Appenzello esterno.
La notizia della morte di colui che era definito "il più anziano tatuatore vivente" si è diffusa rapidamente su internet ed è stata confermata oggi da una responsabile del controllo abitanti del comune appenzellese. Nato nel 1919 a Berlino, Herbert Hoffmann aveva festeggiato i 90 anni lo scorso 30 dicembre.
Hoffmann è stato titolare di un "tattoo studio" aperto agli inizi degli anni '60 ad Amburgo, nel quartiere di St. Pauli. Anche dopo essersi ritirato in Svizzera ha continuato a realizzare tatuaggi e a partecipare ai festival del settore in tutto il mondo. Ha ralizzato anche un libro fotografico sui tatuati che ricostruisce la storia degli "uomini illustrati" fra il 1878 e il 1952.
Hoffmann diceva di aver sviluppato la passione dei tatuaggi fin da ragazzino, osservando i disegni sulla pelle degli spazzini, degli artisti di circo e dei marinai. "Sono sempre stato attratto dagli uomini semplici, è in loro che ho trovato la mia fonte di ispirazione", aveva dichiarato l'artista all'ATS in occasione del suo 90esimo compleanno.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS