Tutte le notizie in breve

Piero Ottone è stato direttore del Corriere della Sera ed editorialista di Repubblica.

KEYSTONE/AP NY/MARCO DI LAURO

(sda-ats)

È morto a 92 anni Piero Ottone, decano del giornalismo italiano, ex direttore del Corriere della Sera ed editorialista di Repubblica.

"Ciao, Piero Ottone, lo stile nel giornalismo e nella vita", ha scritto su Twitter l'ex direttore di Repubblica Ezio Mauro, annunciandone la scomparsa.

Pseudonimo di Pierleone Mignanego, Ottone nasce a Genova nel 1924. Gli inizi al Corriere Ligure e poi alla Gazzetta del popolo, come redattore e corrispondente da Londra. Negli anni '50 passa al Corriere della Sera, come corrispondente da Mosca e inviato speciale, fino alla promozione a caporedattore.

Dal 1968 al 1972 è direttore del Secolo XIX, poi torna, fino al 1977, alla guida del Corriere della Sera, voluto da Giulia Maria Crespi per imprimere una svolta a sinistra al quotidiano. Celebre la rottura con Indro Montanelli, di cui propose il licenziamento e che lasciò il Corriere, insieme ad altre firme prestigiose, per fondare Il Giornale.

Nel 1977 Ottone lascia via Solferino per entrare in Mondadori, di cui diventa direttore generale, poi è presidente del consiglio di amministrazione di Repubblica.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve