Navigation

Mosca, molto probabile nuovo contratto S-400 con Turchia

Una base turca equipaggiata con gli S-400. KEYSTONE/EPA/STR sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 06 dicembre 2019 - 09:24
(Keystone-ATS)

È molto probabile che Russia e Turchia firmino un contratto per la consegna di un ulteriore lotto di sistemi missilistici di difesa aerea S-400. Lo ha detto a Interfax il direttore del Servizio federale per la cooperazione tecnico-militare (FSMTC) Dmitry Shugayev.

Ciò dovrebbe avvenire nel 2020. "La probabilità è piuttosto elevata", ha detto Shugayev. "Stiamo lavorando su questo: entrambe le parti desiderano continuare la cooperazione in questo settore", ha proseguito. Il vice primo ministro Yury Borisov e il capo del Rosoboronexport Alexander Mikheyev avevano asserito in precedenza che la Turchia avrebbe potuto acquistare un ulteriore lotto di sistemi S-400.

La Turchia ha acquistato dalla Russia quattro battaglioni di S-400. Il 23 ottobre Rosoboronexport ha dichiarato che la Russia aveva adempiuto al contratto in anticipo e aveva fornito alla Turchia ogni elemento dei complessi S-400, inclusi i missili.

Shugayev ha inoltre detto che la Russia e la Turchia stanno continuando le trattative sulle possibili consegne di aerei da combattimento russi e che Mosca è pronta a offrire un prezzo competitivo. "Nel complesso, la nostra cooperazione non dovrebbe essere valutata solo attraverso gli S-400, abbiamo anche altre questioni all'ordine del giorno", ha concluso.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.