Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Non possiamo essere d'accordo con questo appello e non possiamo prenderlo in considerazione". Lo ha dichiarato il portavoce di Putin, rispondendo a una domanda sugli appelli del Consiglio d'Europa e degli Usa a rilasciare le persone fermate ieri in Russia.

"Gli obblighi di fronte al Consiglio d'Europa non comportano la necessità di violare la nostra legislazione interna", ha detto il portavoce. I manifestanti "sono andati nel centro" di Mosca "bloccando il traffico e mettendo a repentaglio la sicurezza dei numerosissimi pedoni".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS