Navigation

Mosca, politiche aggressive Usa destabilizzano mondo

Il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov ha tenuto oggi la conferenza stampa di inizio anno. KEYSTONE/AP/SG sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 17 gennaio 2020 - 10:38
(Keystone-ATS)

I passi "aggressivi" intrapresi da un certo numero di paesi occidentali, soprattutto "gli Stati Uniti", stanno giocando un ruolo destabilizzante nel mondo. Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov nella conferenza stampa di inizio anno.

Secondo Lavrov, il mondo "continua ad essere in subbuglio". "Le politiche aggressive di alcuni paesi occidentali e in particolare dei nostri colleghi americani mirano a demolire l'architettura di sicurezza stabilita dal diritto internazionale e la sostituzione del diritto internazionale con un ordine mondiale basato su regole da loro stessi create rimangono il fattore destabilizzante chiave", ha sottolineato il ministro degli Esteri russo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.