Tutte le notizie in breve

Il presidente dell'Assemblea intergiurassiana Dick Marty, oggi a Moutier.

Keystone/JEAN-CHRISTOPHE BOTT

(sda-ats)

Decidendo oggi di unirsi al Giura, i cittadini di Moutier (BE) "hanno voltato una pagina della storia giurassiana", scrive l'Assemblea intergiurassiana (AIJ), l'organo incaricato di risolvere politicamente il conflitto nella regione.

"Sono abbastanza fiero di essere svizzero", ha aggiunto il suo presidente Dick Marty, rivolgendosi ai giornalisti.

L'AIJ ha preso nota con soddisfazione della forte partecipazione al voto: il tasso eccezionale dell'88% raggiunto oggi rafforza a suo avviso la qualità politica del processo messo in atto per risolvere definitivamente la "questione giurassiana", che può essere considerata ormai chiusa dal profilo istituzionale, ha rilevato Marty.

"È un bel giorno per la democrazia, che non è sbagliato definire storico e che figurerà nei manuali", ha esclamato l'ex consigliere agli Stati ticinese, chiamato a presiedere dal 2011 l'organo incaricato di promuovere il dialogo sul futuro della comunità giurassiana.

L'Assemblea prepara d'altronde il suo scioglimento, che interverrà in novembre. Nelle prossime settimane sarà finalizzato il suo rapporto di bilancio, che sarà consegnato in autunno al Consiglio federale, al Consiglio esecutivo bernese e al Governo giurassiano, all'origine della sua creazione.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve