Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Moutier: PLR ritira candidato accusato di domicilio fittizio

A Moutier, cittadina confrontata con il riemergere della Questione giurassiana, il PLR ha ritirato dalle sue liste un candidato accusato di domicilio fittizio

KEYSTONE/PETER KLAUNZER

(sda-ats)

Il Partito liberale radicale di Moutier (BE) ha deciso di ritirare dalle sue liste un candidato per le elezioni comunali del prossimo 25 novembre.

L'uomo, un consigliere comunale uscente, è accusato di domicilio fittizio ed è stato oggetto di un procedimento amministrativo.

Questa decisione è stata presa in accordo con l'eletto "affinché questa questione non interferisca per nulla nello svolgimento delle elezioni", ha spiegato stasera il PLR. Il partito precisa che il candidato "è domiciliato a Moutier dal 2009, quindi non ha influito minimamente sui voti relativi all'appartenenza cantonale del comune del Giura bernese del 24 novembre 2013 e del 18 giugno 2017".

L'uomo possiede un appartamento e locali professionali a Moutier. Nel comunicato, il PLR sottolinea "che il suo domicilio non è mai stato messo in discussione dalle autorità comunali, sebbene sia membro del legislativo dal 2011. A sua volta, in passato, il Municipio non ha mai contestato la sua candidatura, né la sua elezione".

La prefetta del Giura bernese Stéphanie Niederhauser aveva evocato ieri un ricorso contro "il presunto domicilio fittizio" del candidato del PLR. Aveva chiesto al Municipio di pronunciarsi sulla richiesta del ricorrente di stralciare la persona in questione dal registro degli elettori.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.