Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Confederazione deve continuare nel cammino dell'integrazione europea. È l'opinione del Nuovo movimento europeo Svizzera (NUMES) che ritiene necessaria una nuova votazione popolare sulla libera circolazione per evitare l'isolamento della Svizzera.

Dopo la votazione del 9 febbraio 2014 sull'iniziativa dell'UDC contro l'immigrazione di massa, la Svizzera è in un vicolo cieco, afferma il NUMES che oggi ha tenuto la sua assemblea generale a Berna. L'Unione europea non vuole creare un'eccezione per la Svizzera, è quindi necessario chiarire le relazioni bilaterali Svizzera-UE facendo rivotare il popolo.

A tale scopo, alle prossime elezioni federali il NUMES intende sostenere i candidati favorevoli alla libera circolazione delle persone e all'integrazione europea. L'anno prossimo, l'associazione lancerà una petizione per chiedere al nuovo Parlamento di risolvere la crisi tra Berna e Bruxelles.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS