Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MAPUTO - Per il terzo giorno consecutivo, la polizia del Mozambico è oggi intervenuta contro una folla di manifestanti scesa in piazza nella capitale Maputo per protestare contro l'aumento del 30 per cento del prezzo del pane.
In tre giorni di disordini, secondo un bilancio ufficiale reso noto oggi, vi sono stati 10 morti e 443 feriti. La protesta oggi si è estesa anche nella città di Chimoio, a 750 chilometri a nord di Maputo, dove secondo la polizia almeno sei persone sono rimaste ferite negli scontri con gli agenti. Una cinquantina di dimostranti sono stati arrestati.
Il Mozambico, devastato dalla lunga guerra civile (1976-1992) seguita all'indipendenza dal Portogallo, sta vivendo in questi mesi una drammatica situazione di impoverimento: secondo gli ultimi dati, ormai il 65% dei suoi 20 milioni di abitanti vive al di sotto della soglia della povertà.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS