Navigation

MPC: successione Lauber; scaduto termine presentazione candidature

Il procuratore generale ginevrino Olivier Jornot ha confermato a Le Temps di aver depositato la sua candidatura per la successione di Michael Lauber KEYSTONE/SALVATORE DI NOLFI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 05 ottobre 2020 - 16:13
(Keystone-ATS)

È scaduto venerdì il termine per la presentazione delle candidature alla successione di Michael Lauber alla testa del Ministero pubblico della Confederazione (MPC).

Non si sa ancora quanti candidati si siano effettivamente annunciati. Bocche cucite dalla Commissione giudiziaria (CG) delle Camere federali, mentre il procuratore generale ginevrino Olivier Journot ha confermato a Le Temps di aver depositato la sua candidatura.

All'agenzia Keystone-ATS il presidente della CG, il "senatore" Andrea Caroni (PLR/AR), ha dichiarato che "le candidature sono confidenziali". Prossimamente la sottocommissione incaricata si occuperà dei dossier e poi sottoporrà una preselezione dei candidati alla commissione plenaria.

Stando a Caroni, il plenum della CG si riunirà i prossimi 11 novembre e 25 novembre. Lo scorso 9 settembre la Commissione giudiziaria ha deciso "per una procedura in due fasi che si basa su elementi approfonditi", ha spiegato Caroni.

Elezione in dicembre

La Commissione giudiziaria intende sottoporre all'Assemblea federale la sua proposta di candidatura per la successione di Michael Lauber durante la sessione invernale delle Camere. L'elezione del nuovo procuratore generale della Confederazione dovrebbe avvenire a metà dicembre. L'insediamento dovrebbe aver luogo già il primo gennaio 2021.

Tra le condizioni richieste v'è una laurea in diritto e tra quelle auspicate "una patente di avvocato e un dottorato", nonché padroneggiare almeno due lingue nazionali. Il nuovo procuratore della Confederazione dovrebbe inoltre avere un'esperienza professionale pluriennale in un incarico simile e fondate conoscenze in materia di perseguimento penale.

Si richiedono pure professionalità, capacità negoziali, resistenza allo stress, nonché sicurezza e ottime attitudini nei contatti con le autorità, le parti coinvolte nei procedimenti e l'opinione pubblica.

Olivier Jornot candidato

Nei media sono già iniziate le speculazioni su eventuali candidature dai cantoni. Oggi il procuratore generale ginevrino Olivier Jornot ha confermato a Le Temps di aver inoltrato la sua candidatura, senza fornire ulteriori dettagli. Dal canto loro due altri candidati potenziali, il primo procuratore del canton Ginevra Yves Bertossa e la giudice supplente al Tribunale penale federale Maria Antonella-Bino, hanno fatto sapere di non essere interessati alla successione di Lauber.

Quest'ultimo ha annunciato le sue dimissioni per il 31 gennaio 2021, ma in pratica ha lasciato il posto già lo scorso 31 agosto in seguito alle polemiche suscitate dalla vicenda dei suoi incontri informali, non verbalizzati, con il presidente della FIFA Gianni Infantino.

Dal primo di settembre, le funzioni del procuratore generale della Confederazione sono state assunte ad interim dai due vice, Ruedi Montanari e Jacques Rayroud. Stando ai media, i due non dovrebbero figurare tra i candidati alla successione del loro ex capo.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.