Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È stato ripescato oggi nelle acque del Lago dei Quattro cantoni, nelle vicinanze di Weggis (LU), il motore del battello "Flora", inabissatosi nel 1899. Sarà esposto al Museo dei trasporti di Lucerna.

Si tratta di un pezzo importante nella storia della motonautica, in quanto funzionava a petrolio - dopo il vapore e prima della benzina -, ha indicato lo stesso Museo, la cui collezione si troverà quindi arricchita. L'operazione di recupero, durata parecchie ore, ha richiesto una lunga preparazione ed è stata rinviata diverse volte a causa delle condizioni meteo, fino ad oggi.

Il battello "Flora" si inabissò il 9 dicembre 1899 e i cinque membri dell'equipaggio persero la vita. Era partito alle 4 del mattino con un carico di 40 tonnellate di sabbia destinata ad ingrandire l'albergo Seeburg, vicino Lucerna. Soffiava un forte vento da nord, si parlò di un'esplosione a bordo e di un difetto tecnico, ma le vere cause della sciagura non sono mai state chiarite.

"Flora" venne individuata nel 2000 a 66 metri di profondità: specialisti e sommozzatori, con l'ausilio di un robot, hanno svitato il motore dal battello riportandolo in superficie.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS