Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I Rolling Stones non mollano e a 70 anni suonati regalano spettacoli memorabili come il recente concerto al Circo Massimo a Roma. Vasco Rossi torna in versione metal, più duro che mai dopo la malattia che ha tenuto i fan con il fiato sospeso due anni. Difficile e per molte rockstar impossibile staccare la spina, lasciare la vita in tour. Non è così per Eric Clapton, maestro della chitarra blues, che vicino ai settant'anni dice addio a concerti e tournee.

La vita in giro, on the road, è diventata una sofferenza per Clapton che in un'intervista alla rivista 'Uncut' che gli dedica la copertina di agosto, postata sul suo sito, annuncia il ritiro dal palco. "Credo che quello che mi consentirò sarà di continuare a registrare in studio, ma andare in giro è diventato insopportabile" dice il musicista che non nasconde acciacchi, strani dolori e stress.

Parlando del suo tormentato passato, Clapton nega definitivamente una possibile reunion dei Cream e in proposito dice: "A questo punto della mia vita non voglio sangue sulle mie mani" . Dopo cinquant'anni di carriera il musicista fa capire che vale per lui quello che annunciò il vecchio defunto amico JJ Cale, autore della sua hit Cocaine, al quale rende omaggio con l'album tributo 'The Breeze".

"Quando compirò 70 anni sarò ufficiosamente in pensione" disse JJ Cale e all'avvicinarsi dei suoi, il 30 marzo 2015, Clapton sembra proprio incamminato su questa strada. Il chitarrista, secondo solo a Jimi Hendrix nella classifica della rivista Rolling Stone, lascia dunque le scene molto prima di quanto la maggior parte di noi si sarebbe aspettata. Ma, come si è visto più volte, dietro l'angolo c'è sempre l'eventualità di un ritorno, di una reunion dopo l'addio alle scene anche se, nel caso di Clapton, sembra proprio che il fastidio per i tour si faccia davvero sempre più forte.

SDA-ATS