Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERLINO - La 28enne cantante pop tedesca della band femminile "No-Angels" Mais Nadja Benaissa, accusata di aver trasmesso il virus dell'Aids a un suo partner, è stata condannata oggi a due anni di prigione con la condizionale.
La Benaissa aveva ammesso all'apertura del processo, lo scorso 16 agosto, di avere nascosto al suo partner di essere sieropositiva. La cantante, però, aveva respinto, attraverso il suo avvocato difensore, l'accusa di aver volontariamente contaminato il partner, con cui ha avuto rapporti sessuali non protetti.
La Benaissa, che sapeva di essere infetta dal 1999, era accusata di avere avuto rapporti sessuali non protetti con tre partner fra il 2000 e il 2004, uno dei quali è stato infettato dal virus Hiv.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS