Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono ufficialmente aperte da martedì le nuove basi avanzate (Nfiu) della Nato in sei paesi dell'est, Bulgaria, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia e Romania.

"Mentre la bandiera della Nato viene issata in sei dei nostri alleati orientali, la nostra intera Alleanza fa un grande passo avanti verso maggiori solidarietà, forza e prontezza", ha detto il segretario generale Jens Stoltenberg nella cerimonia di inaugurazione tenuta oggi nel centro di comando e controllo di Vilnius, con alzabandiera e passaggio di caccia in volo radente.

I nuovi avamposti Nato, la cui costituzione è stata decisa nel vertice del settembre 2015 in Galles come parte del nuovo piano di azione rapida (Rap) adottato come risposta alla nuova postura aggressiva della Russia, sono stati aperti a Sofia, Tallinn, Riga, Bydoszcz e Bucarest oltre che a Vilnius.

Si tratta essenzialmente di centri di comando dotati di personale ridotto (40 militari, di cui 20 forniti delle forze armate locali, gli altri 20 a rotazione da paesi dell'Alleanza) a disposizione delle cosiddette 'spearheads' (le 'punte di lancia', la brigata Nato operativamente dispiegabile nel giro di 48 ore che fa parte del corpo di reazione rapida della Nato complessivamente forte di 40'000 soldati).

"Il personale di ogni centro è il simbolo della solidarietà della Nato, ciò fornisce un collegamento vitale tra le forze nazionali e le forze multinazionali dell'Alleanza" ha detto Stoltenberg ricordando che le basi "permetteranno che le nostre forze di muoversi velocemente ed efficacemente".

"E manderanno - ha sottolineato il segretario generale - un messaggio chiaro: nessun alleato della Nato resta da solo. La Nato è qui. E la Nato è pronta a difendere tutti gli alleati contro ogni minaccia".

Alla cerimonia di inaugurazione ha partecipato anche Dalia Grybauskaite, presidente delle Lituania, paese che ha pubblicato e distribuito un vademecum sul comportamento da tenere in caso di guerra ed in cui l'arruolamento di volontari per la Guardia Nazionale ha raggiunto livelli record.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS