Navigation

Navalny: aperta indagine preliminare. Polizia, no anomalie

Il principale oppositore di Putin, Alexei Navalny. KEYSTONE/AP/Pavel Golovkin sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 agosto 2020 - 13:36
(Keystone-ATS)

La polizia dei trasporti russa ha avviato un'indagine preliminare in relazione al ricovero ospedaliero dell'attivista dell'opposizione Alexei Navalny.

Lo ha detto il dipartimento di polizia dei trasporti del Ministero dell'Interno russo nel Distretto Federale Siberiano.

La polizia non ha trovato alcuna sostanza anomala o stupefacente nel corso del controllo condotto in relazione al deterioramento delle condizioni di salute di Navalny, ha precisato il servizio stampa del dipartimento di polizia dei trasporti.

"L'accertamento ha compreso una vasta gamma di procedure operative e investigative. Per esempio, è stata controllata la stanza d'albergo dove Navalny alloggiava e i luoghi che ha visitato durante il suo viaggio", ha detto il servizio stampa. "A momento non sono state trovate né sostanze anomale né stupefacenti", ha detto il servizio stampa, citato da Interfax.

Dal canto suo, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha dichiarato che l'inchiesta preliminare del ministero dell'Interno sul caso è "una procedura di routine" e "non ci sono motivi per un'indagine vera e propria". "Purtroppo non abbiamo ancora capito cosa ha causato lo stato in cui si trova ora il paziente", ha aggiunto l'addetto stampa.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.