Navigation

Nazionale: assicurazione obbligatoria contro terremoti

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 marzo 2012 - 17:56
(Keystone-ATS)

L'assicurazione contro i terremoti deve diventare obbligatoria. Dopo il Consiglio degli Stati, anche il Nazionale ha adottato una mozione e un'iniziativa parlamentare in tal senso di Susanne Leutenegger Oberholzer (PS/BL).

Oggi è già possibile stipulare un'assicurazione contro i danni causati dal terremoto. Ma i premi sono molto elevati e dissuasivi, poiché sono a carico soprattutto dei proprietari di immobili situati nelle regioni a rischio, come Basilea Città, Basilea Campagna e Vallese.

La socialista basilese ha quindi proposto premi unificati e sostenibili su scala nazionale. La Camera del popolo, le ha dato ragione con 84 voti contro 76 e 8 astenuti. Con 95 voti contro 67, è stata trasmessa anche una mozione del Consiglio degli Stati che persegue gli stessi obiettivi.

I relatori della commissione hanno messo in guardia contro le difficoltà legate a competenze costituzionali, all'analisi dei rischi e dei costi. Anche il consigliere federale Ueli Maurer aveva espresso la sua opposizione, ritenendo che spetti ai diversi istituti assicurativi cantonali, agli assicuratori privati e alle organizzazioni dei proprietari immobiliari trovare un accordo su questo punto.

Il rischio sismico in Svizzera è giudicato medio-basso. Secondo gli esperti, un terremoto di grandi dimensioni presenta un potenziale di danni stimato tra i 60 e i 120 miliardi di franchi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?