Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

No a maggiore trasparenza per quanto riguarda i controlli d'igiene nei ristoranti. Nel corso del dibattito relativo alla revisione della legge sulle derrate alimentari, il Consiglio nazionale ha deciso, con 107 voti contro 71, che i clienti non devono avere la possibilità di consultare il certificato di conformità dei locali che frequentano. Si è in questo modo allineato alla posizione degli Stati.

Dopo aver respinto l'idea di stilare vere e proprie "liste nere" dei ristoranti dall'igiene dubbia, ora le Camere hanno bocciato anche una proposta più morbida in materia. Per lo schieramento borghese la misura si spingeva troppo lontano e rischiava di nuocere a molte strutture, aumentandone oltretutto il carico burocratico.

La maggioranza ha così preferito lo status quo, che prevede di mantenere il segreto in materia di controlli relativi all'igiene. Niente impedisce tuttavia ai cantoni di adottare un proprio sistema d'informazione in merito.

Il dossier torna agli Stati.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS