Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Primi in Svizzera a pronunciarsi sul futuro dell'energia eolica, i neocastellani hanno deciso di sostenere quest'energia rinnovabile: hanno approvato oggi con quasi il 61% il controprogetto governativo presentato contro l'iniziativa "Avenir des crêtes", volta a preservare il paesaggio montagnoso del cantone.

L'iniziativa costituzionale chiedeva in particolare che fosse sottoposta al popolo la costruzione di ogni singola asta eolica, antenna di telecomunicazione o qualsiasi altra struttura di medesimo impatto.

Il controprogetto delle autorità prevede invece di limitare a cinque i luoghi destinati a ricevere complessivamente 59 aste eoliche. Attualmente, in tutta la Svizzera esistono soltanto 34 turbine.

Parallelamente, il controprogetto iscrive nella Costituzione del cantone il principio di una politica energetica basata sull'incoraggiamento dei risparmi di energia, sulla diversificazione delle fonti e sul ricorso in priorità alle energie indigene e rinnovabili.

SDA-ATS