Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Confederazione rileva da Neuchâtel la gestione del centro d'accoglienza per richiedenti l'asilo di Perreux (NE). Quale controparte, al cantone romando sarà attribuito un numero meno elevato di richiedenti l'asilo.

Il Cantone, il comune di Boudry (NE) e l'Ufficio federale delle migrazioni (UFM) annunciano oggi di aver firmato una dichiarazione d'intenti, che permetterà alla Confederazione di utilizzare gli edifici quale centro d'accoglienza federale. Un contratto d'affitto per la durata di 10 anni è in via di elaborazione.

Un primo stabile comprendente da 80 a 100 letti sarà ammodernato, per entrare in attività nel primo trimestre del 2014. Entro tre anni, l'intero complesso sarà in grado di ospitare 250 persone.

Neuchâtel riceverà un forfait per le spese dei programmi di occupazione e per la sorveglianza del perimetro situato fuori dal centro. Per il personale d'inquadramento attualmente impegnato a Perreux, l'UFM e il Cantone "tenteranno di trovare soluzioni appropriate e soddisfacenti".

Neuchâtel beneficerà inoltre di un nuovo tasso (attualmente il 2,4%) nella chiave di ripartizione dei richiedenti l'asilo fra i cantoni. L'anno scorso, a Neuchâtel sono state attribuite 660 persone, una progressione del 20%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS