Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Cantoni meno urbanizzati quali Neuchâtel non sono più risparmiati dal traffico di cocaina: lo sottolinea oggi in un comunicato il procuratore Nicolas Feuz. Nel 2012, il numero di casi trattati è salito a 60, contro una media oscillante fra 10 e 20 negli anni precedenti.

Secondo il procuratore, l'incremento è dovuto all'affluenza di spacciatori dell'Africa occidentale, residenti finora in Spagna, Italia e Portogallo. Spinti dalla crisi economica insediatasi in questi paesi - riferisce Nicolas Feuz - essi si trasferiscono in Svizzera, dove tentano di ottenere lo statuto di richiedente l'asilo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS