Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEUCHÂTEL - Il consigliere di Stato neocastellano Frédéric Hainard ha ammesso pubblicamente oggi d'intrattenere una relazione adulterina con una dipendente del Dipartimento dell'economia da lui diretto. La donna lavora per il Servizio di sorveglianza e delle relazioni del lavoro (SSRT), l'ente sul quale la Commissione parlamentare d'inchiesta (CPI) concentra le proprie indagini.
In una dichiarazione pubblicata oggi dai quotidiani "L'Express" e "L'Impartial" e che lo stesso consigliere di Stato ha letto alla televisione regionale Canal Alpha, il ministro PLR spiega di aver deciso di esprimersi pubblicamente per porre un termine "ai rimproveri non formulati, ma costantemente sottintesi" che gli sono stati rivolti nelle ultime settimane.
Il responsabile del Dicastero cantonale dell'economia precisa di essersi innamorato della donna, "un'amica di lunga data", ancor prima di averla assunta quale ispettrice del SSRT in seno al proprio dipartimento.
Il ministro dichiara peraltro di non accettare che le competenze della collaboratrice - che stando a "Le Matin" avrebbe lavorato in passato come donna delle pulizie nell'abitazione privata di Hainard - siano messe in discussione. Il consigliere di Stato sottolinea ch'essa è trilingue e che è stata assunta simultaneamente ad altre quattro persone, nell'ambito della medesima procedura.
L'ispettrice è la stessa che il consigliere di Stato ha accompagnato "sul terreno" in alcuni dei casi di abuso di potere rimproverati al ministro, che hanno portato alla creazione, martedì, di una Commissione parlamentare d'inchiesta. La prima riunione della CPI era prevista per oggi.
Frédéric Hainard, 34 anni, sposato e padre di due figlie, è stato eletto in seno al governo neocastellano il 26 aprile 2009, diventando nel contempo il più giovane consigliere di Stato della Svizzera romanda. Da quest'elezione, l'esecutivo cantonale è nuovamente retto da una maggioranza di centro-destra, incarnata da tre ministri PLR.

SDA-ATS