Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le mense scolastiche neocastellane, gli ospedali e le case per anziani non saranno costretti a servire un minimo di pasti "bio": il Gran consiglio ha respinto oggi con 58 voti contro 54 un postulato in questo senso presentato dagli ecologisti.

Gli autori del testo volevano costringere le istituzioni a servire pasti costituiti da almeno il 50% di alimenti provenienti da aziende che praticano l'agricoltura biologica. Il progetto, volto a favorire la salute pubblica e l'agricoltura durevole di prossimità, avrebbe avuto un impatto sui quattro milioni di pasti forniti annualmente dalla ristorazione collettiva sussidiata.

Mentre il governo era favorevole alla proposta, questa è stata bocciata da una maggioranza costituita da deputati PLR e UDC, secondo cui non è compito dello Stato regolamentare il contenuto dei piatti.

SDA-ATS