Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La polizia neocastellana ha identificato tutti gli autori di una rapina perpetrata nel 2015 ai danni di una gioielleria di Neuchâtel. Un'inchiesta internazionale ha permesso di rintracciare cinque complici dei tre rapinatori. Gli otto indiziati sono cittadini lituani.

La rapina era stata commessa nel primo pomeriggio del 10 luglio 2015: tre individui di 26, 22 e 17 anni erano entrati nel negozio e avevano minacciato e malmenato le dipendenti, cospargendole di gas lacrimogeno. Lo stesso giorno la polizia era riuscita ad arrestare due dei rapinatori, il 26enne e il 17enne. Quest'ultimo è già stato giudicato.

L'inchiesta internazionale ha consentito di identificare altre persone coinvolte. Quattro di loro saranno giudicate in Lituania. Fra queste figura il rapinatore di 22 anni, arrestato nel proprio Paese.

In Svizzera, oltre al minore già giudicato, tre persone saranno processate dal Tribunale criminale. Una di esse è il rapinatore di 26 anni, mentre le altre due sono state arrestate in Polonia e a Basilea.

La refurtiva, "ingente" secondo la polizia, non è ancora stata ritrovata. I ladri si erano impossessati di gioielli, orologi e denaro in contanti.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS