Tutte le notizie in breve

L'elettorato neocastellano rinnova oggi i membri del Gran Consiglio e del Consiglio di Stato (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/LAURENT GILLIERON

(sda-ats)

L'elettorato neocastellano rinnova oggi i membri del Gran Consiglio e del Consiglio di Stato. Tutti i "ministri" uscenti sono candidati alla rielezione e stando ad un sondaggio della RTS dovrebbero essere riconfermati in corpore.

Per i cinque seggi in palio sono in corsa sedici candidati. Fra questi i "ministri" uscenti che - fatto insolito - hanno annunciato insieme l'anno scorso di voler proseguire le loro attività, confermando in questo modo la loro immagine di governo collegiale e unito.

Si ripresentano dunque per un nuovo mandato i socialisti Laurent Kurth, Jean-Nat Karakash e Monika Maire Hefti, nonché i PLR Alain Ribaux e Laurent Favre.

Il seggio maggiormente minacciato è quello di Kurth: il capo del Dipartimento della salute e delle finanze - natìo di La Chaux-de-Fonds - è stato ampiamente criticato per aver difeso il progetto di un solo ospedale per le cure acute e per essersi opposto all'iniziativa volta a conservare nelle Montagne un nosocomio con le medesime competenze.

Prima forza politica del Cantone, il PLR tenterà di ottenere la maggioranza persa nel governo cantonale nel 2013 presentando la municipale di Cornaux Isabelle Weber accanto ai "ministri" uscenti. Il PPD ha scelto dal canto suo il consigliere comunale di Val-de-Ruz Vincent Martinez.

Nella speranza di riconquistare il seggio ottenuto da Yvan Perrin nel 2013 e ceduto un anno dopo dall'attuale presidente dell'UDC per motivi di salute, il partito democentrista allinea tre candidati: il deputato Stephan Moser, il presidente del Gran consiglio Xavier Challandes e l'ex municipale di La Chaux-de-Fonds Jean-Charles Legrix.

Il partito socialista, che ripropone i suoi tre consiglieri di Stato uscenti, potrebbe subire la concorrenza del Verde Fabien Fivaz, attualmente deputato al Gran consiglio. A sinistra si candideranno anche Nago Humbert per il Partito operaio e popolare (POP) e Dimitri Paratte, consigliere comunale di SolidaritéS a Neuchâtel. Una lista per il riconoscimento delle schede bianche, infine, presenta tre candidati.

Per il rinnovo del Gran consiglio sono in lizza 495 persone. Il parlamento neocastellano è attualmente composto di 35 PLR, 20 UDC, 1 PPD, 5 Verdi liberali, 33 socialisti, 12 Verdi e 9 POP-Solidarités.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve