Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La polizia cantonale neocastellana ha smantellato un ingente traffico di marijuana e hashish organizzato tra Olanda e Svizzera. Lo smercio, che durava da quasi 20 anni e che ha permesso di importare mezza tonnellata di droga, avrebbe fruttato oltre 5 milioni di franchi, indica oggi il ministero pubblico cantonale in un comunicato.

Il 29 gennaio scorso la polizia ha sequestrato 15 chili di hashish e marijuana al domicilio di un 41enne svizzero, a Cortaillod (NE). L'uomo era già conosciuto per infrazioni alla legge sugli stupefacenti. La droga era suddivisa in 49 panetti conservati in due valige.

Quattro giorni dopo la polizia ha fermato due cittadini olandesi di 57 e 62 anni. Il primo era l'organizzatore del traffico mentre il secondo fungeva essenzialmente da autista e da trasportatore.

Nel corso delle indagini gli inquirenti hanno ancora scoperto 2 kg di hashish e marijuana, quantità non rilevanti di cocaina, ecstasy, funghetti contenenti psilocibina nonché 12'000 franchi in contanti e un'arma da fuoco.

L'istruttoria ha permesso di stabilire che il traffico di droga esisteva dagli anni '90. Una parte dei fatti è quindi in prescrizione.

SDA-ATS