Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Nel 2009, le segnalazioni per sospetto riciclaggio di denaro hanno toccato un nuovo record: 896, in crescita del 5,3% rispetto al 2008. Tale risultato, indica una nota odierna dell'Ufficio federale di polizia (fedpol), conferma la tendenza all'incremento riscontrata nell'ultimo triennio e rappresenta il valore più alto da quando è stato avviato il rilevamento statistico nel 1998. Impressionanti anche le cifre in gioco: 2,23 miliardi di franchi, cifra che rappresenta anch'essa un record per l'anno sotto esame.
Il record precedente in fatto di annunci risale al 2003 (863 comunicazioni). Nel 2009, due terzi delle segnalazioni all'Ufficio di comunicazione in materia di riciclaggio di denaro (MROS) sono giunte dalle banche. Tale proporzione è simile a quella registrata nel 2008.
Ottocentoquarantasei delle 896 comunicazioni registrate, ovvero il 94% del totale, provengono da intermediari finanziari domiciliati nei Cantoni di Zurigo, Ginevra, Berna, San Gallo, Ticino e Basilea Città.
Si tratta di cantoni con un settore di servizi finanziari particolarmente sviluppato oppure con settori di "compliance" istituiti all'interno di società o centralizzati a livello regionale, precisa il rapporto di fedpol. Dal Ticino sono arrivate 97 segnalazioni, l'11% del totale. Guida la classifica Zurigo, con 310 annunci (34%).
Per circa il 54% di tutte le segnalazioni, si è ipotizzato in via preliminare un'infrazione contro il patrimonio. Da diversi anni il presunto reato più frequentemente correlato alle comunicazioni di sospetto è la truffa (2009: 37%), precisa la nota.

SDA-ATS