Navigation

Nel 2011 commessi più reati, in crescita furti

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 marzo 2012 - 10:21
(Keystone-ATS)

Nel 2011 sono stati commessi in Svizzera 692'954 reati penalmente rilevanti, il 5,5% in più rispetto al 2010, il 2,5% in più rispetto al 2009. In crescita soprattutto i furti e le denunce per violazione della legge federale sugli stranieri. Lo rivela l'edizione 2011 della Statistica criminale di polizia pubblicata oggi dall'Ufficio federale di statistica (UST). In queste cifre non sono incluse le violazioni alle leggi cantonali e alla legge sulla circolazione stradale.

L'81% dei reati registrati nel 2011 consiste in una violazione del Codice penale (CP), il 13% in quella della legge sugli stupefacenti (LStup), il 5% della legge sugli stranieri (LStr) e l'1% concerne altre leggi federali.

Più in dettaglio, rispetto al 2010 il numero di reati registrato come violazione del CP è salito del 6% (+31'980). L'aumento concerne soprattutto i furti (+16%, +29'787), mentre i reati contro la vita e l'integrità sessuale sono calati rispettivamente del 7% (-1842) e del 3% (-200). In aumento anche le denunce per violazione della legge sugli stupefacenti (+2%, +2038) e della legge sugli stranieri (+10% +2792).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?