Navigation

Neonazisti assassini Germania: pista conduce in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 gennaio 2012 - 14:09
(Keystone-ATS)

Conduce in Svizzera una pista seguita dagli inquirenti che indagano su una serie di crimini di matrice neonazista commessi in Germania. La Procura pubblica dell'Oberland bernese ha aperto un procedimento dando seguito a una rogatoria tedesca.

Una persona è stata fermata ed è rimasta agli arresti per due giorni, ha indicato oggi la polizia cantonale, confermando una informazione della radio della Svizzera tedesca DRS. Questa persona, di nazionalità svizzera, è sospettata di sostegno a un'organizzazione criminale. I sospetti riguardano l'acquisizione dell'arma utilizzata per gli omicidi in questione, aggiunge la nota senza fornire precisazioni.

La persona in questione non era nota alla polizia, aggiunge il comunicato. L'inchiesta non ha finora permesso di constatare legami con gli ambienti d'estrema destra.

In Germania è in corso da mesi una vasta indagine contro quella che si sospetta essere una vera e propria rete terroristica legata al gruppo Clandestinità nazionalsocialista (Nationalsozialistischer Untergrund, Nsu), cui sono stati attribuiti una decina di omicidi di turchi e greci avvenuti in diverse città tedesche tra il 2000 e il 2006.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?