Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Nepal ha messo fine oggi al razionamento del carburante, quasi cinque mesi dopo il suo inizio causato da disordini della minoranza Madhesi e da una sospensione delle forniture da parte dell'India.

Il portavoce della Nepal Oil Company (Noc), Mukunda Prasad Ghimire, ha confermato al quotidiano The Himalayan Times che su istruzione del ministero per i Rifornimenti le stazioni di servizio potranno rispondere ora a ogni richiesta di carburante da parte del settore privato.

Il razionamento, ricorda il giornale, era stato imposto nell'ultima settimana di settembre 2015 a causa della sospensione di rifornimenti di benzina da parte dell'India dovuta al blocco delle frontiere realizzato dalla comunità nepalese (filo-indiana) Madhesi.

Il portavoce ha infine detto che "questa decisione metterà definitivamente fine alle lunghe file di veicoli che da molte settimane esistono vicino alle stazioni di servizio del Paese".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS