Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Quasi un milione di nepalesi scivoleranno sotto la linea della povertà in conseguenza del terremoto di magnitudo 7.9 che ha colpito il paese il 25 aprile scorso, causando quasi 9.000 morti e gravissimi danni materiali. Lo scrive il quotidiano Republica di Kathmandu.

Citando un rapporto della Commissione nazionale di pianificazione nepalese, il giornale sostiene che "il sisma e le sue repliche hanno spinto altre 982.000 persone nella povertà, a causa della perdita di beni e di opportunità di generare risorse".

Secondo le statistiche della Banca mondiale (Bm), i poveri in Nepal erano il 24,8% dei 27 milioni di abitanti (2013). Questo però calcolando la linea della povertà al di sotto di un reddito di 1,25 dollari al giorno. Se tale linea fosse alzata a 2 dollari giornalieri, allora i poveri nepalesi sarebbero secondo la Bm il 57,3% della popolazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS