Navigation

Nessuno può formare il governo, la Spagna torna al voto

Il re spagnolo Felipe VI. KEYSTONE/EPA EFE/JOSE MANUEL VIDAL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 17 settembre 2019 - 21:20
(Keystone-ATS)

Il re spagnolo Felipe VI ha constatato che non ci sono forze politiche con il sostegno parlamentare sufficiente a formare il governo. Di conseguenza, dopo lo scioglimento delle Camere lunedì 23, la Spagna andrà di nuovo al voto.

Oggi il re spagnolo ha concluso il giro di colloqui con i maggiori partiti incontrando il premier e segretario dei socialisti Pedro Sanchez - uscito vincitore dalle urne lo scorso aprile ma senza la maggioranza necessaria per formare un governo - il capo di Podemos Pablo Iglesias, il leader dei popolari Pablo Casado e quello di Ciudadanos Albert Rivera.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.