Navigation

Nestlé investe per transizione in plastica riciclata

Nestlé vuole rendere sostenibili gli imballaggi. KEYSTONE/LAURENT GILLIERON sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 08 settembre 2020 - 16:00
(Keystone-ATS)

Nestlé investe 30 milioni di dollari nel Closed Loop Leadership Fund, il fondo per l'economia circolare della società newyorchese Closed Loop Partners. Obiettivo: guidare il passaggio dalla plastica vergine alla plastica riciclata per uso alimentare negli Stati Uniti.

Questo investimento è il primo reso possibile dal fondo per gli imballaggi sostenibili di Nestlé, costituito a inizio anno e parte di un più ampio impegno di circa 2 miliardi di franchi finalizzato ad accelerare lo sviluppo di soluzioni innovative nel settore, ha indicato ieri la multinazionale alimentare.

"L'investimento rappresenta una delle tante soluzioni che stiamo esplorando per affrontare la sfida globale dei rifiuti in plastica", afferma Véronique Cremades-Mathis, Global Head of Sustainable Packaging di Nestlé, citata nella nota. "Contribuirà a creare un sistema di riciclo più sostenibile e, allo stesso tempo, ci aiuterà a raggiungere il nostro impegno a ridurre di un terzo l'utilizzo di plastica vergine entro il 2025. Questo è particolarmente importante in quanto un maggiore utilizzo di plastica riciclata potrebbe ridurre in maniera significativa l'impatto ambientale dei nostri imballaggi".

Closed Loop Leadership Fund è un fondo di private equity creato per acquisire aziende lungo la catena del valore, con l'obiettivo di costruire una filiera basata sull'economia circolare. Il fondo investe in aziende che mirano ad aumentare i tassi di riciclo negli Stati Uniti e a mantenere l'utilizzo di materiali di qualità nelle catene di approvvigionamento degli imballaggi, integrandone e migliorandone tutti gli aspetti: dall'accesso, alla raccolta, allo smistamento, fino alla lavorazione.

Secondo l'agenzia per la protezione dell'ambiente degli Stati Uniti, il tasso di riciclo negli Stati Uniti per tutti i materiali, compresa la plastica, è di circa il 25%. Questa percentuale tuttavia, può variare in modo significativo a seconda del tipo di materiale. Ciò è dovuto in parte alla diversa capacità dei sistemi di riciclaggio municipali di accettare e trattare i materiali.

"È importante fare la nostra parte per contribuire a tenere i materiali riciclabili fuori dalle discariche e aumentare i tassi di riciclo negli Stati Uniti e questo investimento rappresenta un passo significativo in questa direzione. È anche un elemento fondamentale del nostro impegno per garantire l'accesso a plastiche riciclate ad uso alimentare di alta qualità che possono essere convertite in nuovi materiali da imballaggio utilizzabili in tutto il nostro portafoglio prodotti", sostiene Steve Presley, Ceo di Nestlé Usa.

L'investimento sarà utilizzato per finanziare l'acquisizione da parte del Closed Loop Leadership Fund delle migliori aziende nel settore, realtà solide che stanno facendo progredire l'economia circolare negli Stati Uniti. Il fondo mira ad aumentare le percentuali di riciclo di ulteriori venticinque punti nelle aree servite dalle società in portafoglio.

"L'investimento di Nestlé rappresenta un impegno significativo per contribuire a modernizzare, ottimizzare e capitalizzare le infrastrutture di economia circolare negli Stati Uniti. È anche un investimento che permette di sfruttare tecnologie innovative per tenere questi materiali nella filiera produttiva", dichiara Ron Gonen, ceo di Closed Loop Partners. "Oltre all'investimento, Nestlé si è impegnata a creare un mercato per le plastiche riciclate ad uso alimentare, lavorate attraverso le società che acquisiamo. Questo ci consentirà di chiudere completamente il cerchio sui materiali di qualità".

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.