Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Ancora ieri il comandante delle forze rivoluzionarie iraniane ha detto che la distruzione di Israele non è negoziabile. Loro vogliono ancora distruggerci. E con un Paese del genere voi conducete trattative?". Lo ha detto il premier Benyamin Netanyahu.

"L'Iran - ha aggiunto Netanyahu parlando delle trattative riprese a Losanna - insiste a sviluppare l'uranio e in parallelo continua la sua campagna terroristica di fronte a regimi diversi, in particolare nello Yemen. La Comunità internazionale deve insistere per un accordo migliore, l'Iran deve cessare la propria aggressività e le minacce di distruggere Israele". "Su questo - ha concluso - dovrebbero insistere le potenze mondiali".

Netanyahu ha poi indicato quali dovrebbero essere i punti per un accordo migliore con l'Iran. Tra questi, riportare indietro "in maniera significativa" il programma nucleare di Teheran; collegare l'eventuale rimozione delle sanzioni ad un cambiamento del comportamento iraniano. "L'Iran - ha spiegato - deve cessare le aggressioni nella regione, fermare il terrorismo nel mondo e cessare le sue minacce di annientare Israele". "Questo - ha concluso - è l'accordo sul quale la Comunità internazionale dovrebbe insistere".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS