Navigation

Neuchâtel torna nelle cifre nere, ma il futuro resta incerto

Il consigliere di Stato neocastellano responsabile delle finanze Laurent Kurth e il presidente del governo cantonale Alain Ribaux KEYSTONE/LAURENT GILLIERON sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 25 settembre 2019 - 14:55
(Keystone-ATS)

Il Cantone di Neuchâtel prevede di tornare nelle cifre nere nel 2020, per la prima volta da oltre 60 anni. Il preventivo presentato oggi dal Consiglio di Stato stima che i conti si chiuderanno con un'eccedenza di 6,5 milioni di franchi. Il futuro però rimane incerto.

"Anche se i conti sono stati parecchie volte in pareggio nell'ultimo decennio, i bilanci del cantone di Neuchâtel non erano nelle cifre nere dal 1957", ha precisato il governo in un comunicato. Il risultato positivo atteso per il 2020 "riflette la rigorosa politica di gestione finanziaria, in vigore da diversi anni", gli introiti fiscali invece risultano in calo di 29 milioni rispetto al preventivo 2019.

La riduzione delle entrate proseguirà anche a medio termine: il governo prevede infatti che nei prossimi 15 anni mancheranno circa 5 milioni all'anno nelle casse pubbliche a causa della nuova perequazione finanziaria federale, mentre le riforme fiscali causeranno un ammanco di circa 10 milioni di franchi nel 2021 e non avranno praticamente effetti positivi sul bilancio nei due anni seguenti.

"Il mantenimento del cantone nelle cifre nere sarà quindi sostenibile solo se la gestione è molto rigorosa", avvisa il governo precisando che "gli sforzi per mantenere il controllo delle finanze sono sempre meno brutali e dolorosi di quelli necessari per correggere una sbandata finanziaria".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.