Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Non riesco a fingere di non avere paura, ma il sentimento predominante è la gratitudine: sono stato un essere senziente su questo splendido pianeta, e ciò è stato un privilegio e un'avventura". Con queste parole pubblicate oggi sul New York Times il neurologo inglese Oliver Sacks, famoso come autore del libro "Risvegli", ha annunciato di avere un cancro allo stadio terminale.

"A 81 anni nuoto ancora un miglio al giorno, ma la fortuna è finita: ho scoperto di avere metastasi multiple al fegato e il melanoma oculare che mi lasciò cieco da un occhio nove anni fa si è metastatizzato", dichiara il medico e scrittore.

Fra le opere letterarie di Sacks, oltre a "Risvegli" che nel 1990 divenne un film candidato a tre premi Oscar con Robin Williams e Robert De Niro, si contano altri volumi che mescolano l'esperienza fra pazienti affetti da danni neurologici alle vicende autobiografiche e alla sensibilità culturale dello scrittore.

Fra questi si ricordano "L'uomo che scambiò sua moglie per un cappello", "Vedere voci", "Musicofilia" e "L'occhio della mente", tutti editi da Adelphi. Nel suo editoriale, Sacks ha annunciato anche di aver completato un'autobiografia e di essere al lavoro su altri libri.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS