Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un esponente dello Stato qatariota e il presidente del Consiglio centrale islamico della Svizzera (IZRS) Nicolas Blancho questa settimana hanno iscritto nel registro del commercio a Berna due nuove entità, "Qoranona", un'associazione di promozione del Corano e "Aziz Aid", che intende "aiutare persone bisognose in Paesi in crisi".

Il registro, reso pubblico oggi dalla società Moneyhouse, precisa che "Qoranona" intende sostenere tutti i progetti che hanno a che fare direttamente o indirettamente con il testo sacro dell'Islam, ad esempio programmi di formazione e progetti scientifici. Tra gli scopi dell'ente vi è anche l'organizzazione di eventi culturali e la costruzione di edifici, nonché l'istituzione di "media ed emittenti al servizio della visione dell'associazione". I suoi mezzi finanziari provengono in particolare da contributi di membri e donatori.

Contattato dall'ats, Abdel Azziz Qaasim Illi, portavoce dell'IZRS, ha affermato che l'associazione non ha direttamente a che fare con il Consiglio centrale islamico. Il legame è solo indiretto, perché Blancho è membro dell'organizzazione a titolo personale.

Stando al presidente dell'ente, Abdulaziz Abdulrahman H.A. Al-Thani, legato al Qatar, l'associazione vuole sostenere una cosiddetta Unione internazionale dei recitatori del Corano. Quest'ultima intende scegliere Berna come sede, grazie all'attrattiva della Svizzera e ai legami tra Al-Thani e Blancho, ha aggiunto Illi.

Dal registro del commercio risulta che la cassiera della seconda associazione, "Aziz Aid", è la stessa persona che gestisce il segretariato generale dell'IZRS. L'indirizzo delle due associazioni è quello di un'azienda di Berna che ha la propria sede poco lontano da quella del Consiglio centrale islamico.

Due anni or sono, numerosi media avevano indicato che l'IZRS intendeva istituire in Svizzera un'emittente televisiva o internet col nome Unity-TV. Sempre secondo i media, era prevista la costruzione di una moschea a Bümpliz, alla periferia occidentale di Berna.

A questo proposito Illi ha spiegato che non vi è alcun legame diretto tra gli obiettivi di "Qoranona" e Unity-TV. Il portavoce non ha però escluso che il progetto televisivo possa approfittare della nuova associazione. Dal canto suo, il progetto di moschea è stato accantonato per mancanza di fondi.

Illi non ha saputo dire se Abdulaziz Abdulrahman H.A. Al-Thani appartenga alla famiglia regnante qatariota. Il cognome Al-Thani comunque è lo stesso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS