Navigation

Nigeria: 11 morti in 3 attacchi, anche a diretta tv champions

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 aprile 2012 - 20:30
(Keystone-ATS)

Undici persone hanno perso la vita in tre attacchi separati in Nigeria, uno dei quali avvenuto a Jos, nel centro, contro alcuni tifosi che stavano guardando la partita di calcio Chelsea-Barcellona. Lo hanno reso noto fonti ufficiali e polizia.

Nove persone sono rimaste ferite e una è morta dopo l'esplosione durante la diretta televisiva della partita di Champions. "Fino ad ora abbiamo nove feriti nei tafferugli seguiti all'esplosione durante la diretta", ha dichiarato Samuel Dabai, portavoce della polizia dello Stato di Plateau, di cui Jos è la capitale.

Un portavoce militare, il capitano Markus Mdahyelya, ha poi riferito che un corpo è stato trovato, ma non ha potuto affermare se il decesso sia collegato all'esplosione.

Sempre ieri sera in altri due attacchi sono morte dieci persone. Il primo attentato è avvenuto contro un villaggio cristiano alla periferia di Jos, ad opera di due persone appartenenti al gruppo etnico degli Hussa-Fulani, musulmano. Nel secondo attacco, altre cinque vittime, due dei quali bambini, sono state uccise nel villaggio di Gwa-Rim, da presunti fulani.

Lo Stato del Plateau è situato a metà del Paese, nel punto di incontro tra il nord a maggioranza musulmano e il sud a dominanza cristiano e animista.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?