Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Otto studentesse nigeriane rapite assieme a oltre 200 compagne 71 giorni fa nello Stato di Borno sono riuscite a fuggire dal "carcere" dove erano trattenute dai miliziani islamici di Boko Haram. Lo riferisce la stampa nigeriana.

"È stato il potere di Dio che ci ha concesso di fuggire e metterci in salvo dai membri di Boko Haram nel campo di prigionia e dai Fulani (l'etnia di pastori musulmani, ndr) nella foresta", ha riferito una delle ragazze.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS