Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'esercito nigeriano ha fatto sapere di aver sconfitto più di un centinaio di integralisti islamici dell'organizzazione radicale Boko Haram che nella notte avevano attaccato una località vicina a Maiduguri, città chiave nel nord-est.

I miliziani Boko Haram avevano lanciato nella notte un attacco "massiccio" contro la località di Konduga, a circa 35 chilometri da Maiduguri, capoluogo dello Stato nord-orientale di Borno. Secondo il portavoce dell'esercito Timothy Antigha, "dopo circa tre ore di intensi combattimenti, le truppe nigeriane hanno sconfitto i combattenti Boko Haram" che avevano messo in campo "più di cento terroristi" e hanno subito pesanti perdite.

Ieri le autorità politiche e militari locali, tra cui il Forum degli Anziani dello Stato di Borno, avevano dichiarato che i Boko Haram circondavano "completamente" Maiduguri e che l'attacco alla città era imminente. Avevano quindi chiesto al governo l'invio urgente di rinforzi militari.

Nelle ultime settimane i fondamentalisti Boko Haram hanno conquistato numerose città e villaggi, compiendo stragi di civili, stupri, saccheggi. A Maiduguri ci sono centinaia di profughi fuggiti da queste località e, denunciano testimoni, "muoiono di fame e d'angoscia".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS