Navigation

Nigeria: scontri polizia-islamici, almeno 34 morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 giugno 2012 - 19:11
(Keystone-ATS)

Almeno 34 persone sono rimaste uccise in scontri tra polizia e presunti fondamentalisti islamici nella città di Damaturu, nel nordest della Nigeria. Lo riferiscono fonti ospedaliere precisando che il bilancio potrebbe aumentare.

Secondo il colonnello Dahiru Abdussalam, gli scontri a Damaturu sono cominciati dopo la reazione da parte di militanti islamici al tentato arresto di un membro della setta di Boko Haram, il gruppo terroristico che ha rivendicato tutti gli ultimi attentati contro le chiese cristiane in Nigeria e gli attacchi alle forze dell'ordine del paese.

Il capo della polizia locale riferisce anche di tre morti e quattro feriti tra gli agenti. Intanto, gli abitanti della città restano chiusi nelle loro case dopo l'imposizione del coprifuoco di 24 ore.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo