Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Niente aiuti ai media online

KEYSTONE/GAETAN BALLY

(sda-ats)

Niente sostegno finanziario pubblico per i media online. Il Consiglio nazionale ha bocciato oggi, con 134 voti a 51, un'iniziativa parlamentare socialista in questo senso.

Il testo, depositato da Edith Graf-Litscher (PS/TG), chiede di creare a livello federale un'istituzione di promozione indipendente dallo Stato, come una fondazione, dotata delle necessarie risorse finanziarie e di personale.

"Laddove la pluralità dei media si rivela lacunosa e sorgono iniziative sociali e imprenditoriali volte a colmare tali lacune, occorre un sostegno pubblico mirato che possa contribuire all'esistenza a lungo termine di queste piattaforme", si legge nel testo dell'iniziativa.

Non è coerente sostenere i media se non esiste un aiuto diretto alla stampa, ha però replicato Manfred Bühler (UDC/BE), a nome della commissione preparatoria.

In marzo il Consiglio federale - in risposta a due interrogazioni parlamentari - ha proposto due misure a sostegno della stampa in difficoltà: un aiuto ai media elettronici e all'Agenzia telegrafica svizzera (ats). A suo avviso eventuali misure di supporto devono essere destinate a tutto il settore dei media e non a singole testate.

Il governo sta lavorando a una nuova legge sui media elettronici che sostituirà quella attuale sulla radiotelevisione (LRTV). Una consultazione sarà lanciata nella primavera del 2018.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS