Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La decisione di assegnare il Nobel per la Pace all'organizzazione non-profit Ican è stata accolta con esultanza in Giappone

KEYSTONE/AP NTB scanpix/HEIKO JUNGE

(sda-ats)

La decisione di assegnare il Nobel per la Pace all'organizzazione non-profit Ican, che si batte per l'abolizione delle armi nucleari, è stata accolta con esultanza in Giappone, l'unica nazione al mondo vittima di un attacco atomico.

Tra i gruppi degli 'hibakusha' - i sopravvissuti alla bomba di Hiroshima, il 92 enne Sunao Tsuboi, co-presidente di Hidankyo, la Confederazione giapponese dei superstiti alle armi atomiche - ha espresso la sua gratitudine al comitato norvegese che ha deciso di premiare gli sforzi di tutti quegli enti contrari alla presenza di arsenali nucleari.

Diversi hibakusha in passato sono stati testimoni diretti di eventi pubblici organizzati dall'Ican, rivolti a sensibilizzare l'opinione pubblica. Attualmente il giapponese Akira Kawasaki, uno dei membri dell'organizzazione non-governativa nipponica Peace Boat, siede nel comitato esecutivo di Ican.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS